«Per la mente che vede con chiarezza non c’è necessità di scelta, c’è azione».

L’attitudine che il 15 dicembre 2017 a Modena ha portato a radunarsi in Largo Bologna quasi cinquecento persone, a contrapporsi ai nazifascisti che volevano marciare sulla nostra città, è esattamente questa.

È esattamente quella dei tanti giovani e giovanissimi modenesi, orgogliosamente antifascisti e antirazzisti, in prima fila a resistere alle violentissime cariche dei celerini del battaglione Padova, mandati – come sempre – a scortare i camerati chiamati da Terra dei Padri, Veneto Fronte Skinhead e Forza Nuova da tutta la regione. È esattamente quella che manca a quei “leoni” col saluto romano che si riempono la bocca di ribellione al sistema, coraggio e onore, ma non hanno mai avuto di fronte scudi e manganelli con la bava alla bocca, perché li hanno sempre visti – e sostenuti – da dietro, protetti dagli amici della digos, spesso con lame alla mano.

Continue reading “«Per la mente che vede con chiarezza non c’è necessità di scelta, c’è azione».”

Decine di denunce per aver osteggiato il “regolare svolgimento” di una manifestazione di nazisti. Con orgoglio antifascista e antirazzista!

A distanza di quasi un anno dalla grande piazza antirazzista di Modena del 15 dicembre 2017, quando in oltre 400 ci siamo trovati/e da tutta l’Emilia per opporci all’infame presenza nazifascista di Terra dei Padri, Veneto Fronte Skinhead e Forza Nuova sulle strade di Modena, in questi giorni a decine e decine di antifascisti/e modenesi ed emiliani/e sono state consegnate altrettante denunce. Tante le accuse, tra cui “adunata sediziosa”, “manifestazione non autorizzata”, “istigazione a delinquere”, “oltraggio a pubblico ufficiale”, “travisamento” e “resistenza”, a cui si aggiungono i diversi fogli di via da Modena già comminati mesi fa contro ragazzi e ragazze che vivono quotidianamente per lavoro, appartenenza e affetti la propria città


Misure repressive che vogliono colpire chi quella sera, sfidando le provocazioni poliziesche e l’ipocrisia di certa sinistra al caviale, ha voluto dare un messaggio forte di opposizione alle organizzazioni neofasciste sempre più presenti sul territorio e al razzismo istituzionale che oggi vediamo a fianco e dentro il governo.

Ma andiamo con ordine.
Continue reading “Decine di denunce per aver osteggiato il “regolare svolgimento” di una manifestazione di nazisti. Con orgoglio antifascista e antirazzista!”

Fuori i TAAKE da Bologna! Morte al fascismo!

Il collettivo The Dark Skies Above Us ci segnala il concerto della band norvegese black metal Taake, gruppo di fascisti misogini.
Il tour della band arriverà a Bologna il 9 novembre all’ Alchemica Music Club in Via dei Lapidari.
Naturalmente come antifascisti e antifasciste non tolleriamo la presenza di razzisti in città.
Sotto potete il comunicato pubblicato dal collettivo che è possibile anche leggere sul suo blog a questo indirizzo: https://thedarkskiesaboveus.blogspot.com/2018/11/it-fuori-i-taake-dalle-nostre-citta.html

Continue reading “Fuori i TAAKE da Bologna! Morte al fascismo!”

Il fascismo non si sconfigge per decreto.

Dopo le provocazioni al polo scolastico di qualche settimana fa, blocco studentesco e casapound si ripropongono con le loro cazzate sovraniste e securitarie con uno striscione in viale isonzo e un’azione presso piazzale europa, capolinea dei bus SETA e del trasporto pubblico locale.
Questa volta però non si è trattato del solito blitz mordi e fuggi, ma di una buffonata fatta all’uscita dalle scuole delle studentesse e degli studenti e chiaramente concordata e preventivata con questura e digos visto lo sconsiderato schieramento di forze dell’ordine.

Continue reading “Il fascismo non si sconfigge per decreto.”

Terra (dei Padri) e Sangue: a Modena fra eugenetica e “far figli per la patria”.

Le donne sono da sempre obbiettivo dei gruppi fascisti: viste come uno strumento per far figli – utile carne da cannone o manovalanza per gerarchi e padroni loro alleati – o come “ancelle” sottomesse dedite alla cura dei virili camerati sia nel fascismo storico che in quello contemporaneo (http://www.patriaindipendente.it/…/tutte-figli-panini-e-fo…/). O persino come “premio” per le imprese coloniali, da prendere senza alcun consenso (https://www.internazionale.it/…/08/06/faccetta-nera-razzismo), tanto che lo stupro nell’estrema destra è sbagliato solo se fatto dall’ “altro” (oggi diremmo dall’immigrato).

E proprio mentre dei misogini sessisti prendono sempre più potere – Jair Bolsonaro è il candidato favorito alle presidenziali brasiliane (https://www.ilfattoquotidiano.it/…/nazionalista-se…/4009457/), Brett Kavanaugh è giudice della Corte Suprema statunitense (https://www.globalist.it/…/kavanaugh-giudice-della-corte-su…), il movimento globale femminista lotta con forza non solo per ribadire diritti quali l’aborto e combattere la violenza maschile, ma anche contro il razzismo, l’omofobia e il fascismo.
Infatti NON UNA DI MENO, riunitasi lo scorso fine settimana in assemblea nazionale, ha marciato a Bologna contro Forza Nuova ribadendo il proprio antifascismo e antirazzismo (https://www.zic.it/forza-nuova-straparla-da-sola/).

A Modena il cosiddetto “circolo culturale” Terra dei Padri, non contento di aver ospitato gruppi nazisti ed figuri legati al terrorismo fascista, ha organizzato un’iniziativa sulla “natalità” invitando a parlare “esperti” di eugenetica.
Infatti nella presentazione intitolata “Quale futuro per l’Italia?” il senso è già bello chiaro fin dalla locandina: culle vuote, ovvero come la razza italica non fa abbastanza bambini bianchi (sicuramente colpa del femminismo) e stia per venir sommersa da “orde” di prolifici immigrati scuri.

Continue reading “Terra (dei Padri) e Sangue: a Modena fra eugenetica e “far figli per la patria”.”

Simbiosi pericolose – Lega, Cpi e la nuova classe dominante “non conforme”

Quando parliamo di saldatura effettiva tra le organizzazioni nazifasciste e il Ministero dell’Interno, di sinergia tra galassia nera e governo verde-giallo, di alleanza tra pericolosi accoltellatori e “rispettabili” politici in cravatta verde, non parliamo a vanvera, e non parliamo solo di Modena.

E risaputo ormai che, nell’indifferenza del Movimento 5 stelle con cui è al governo, la Lega di Salvini coltivi da tempo (si veda la foto con l’intera dirigenza Casapound, del 2015!) collaborazioni e alleanze con gruppi apertamente nazifascisti: con Lealtà Azione in Lombardia, con il Veneto Fronte Skinhead a Verona, con Casapound nel centro Italia, mentre a Modena l’amicizia con Terra dei Padri è ormai consolidata.

Venerdi sera tutto questo si è reso palese anche a chi fino a oggi ha fatto finta di non vedere.

 

Continue reading “Simbiosi pericolose – Lega, Cpi e la nuova classe dominante “non conforme””

L’antifascismo non è una scusa – su M5S, fascismo e lotta di classe

Due giorni fa, insieme ad altri, denunciammo in un post che il circolo neofascista “Terra di Padri” avesse organizzato un evento chiamato “100 giorni di governo gialloverde”, con la partecipazione dei parlamentari Stefania Ascari (5 Stelle) e Guglielmo Golinelli (Lega).
La notizia scatenò numerosissime (e giustissime) polemiche sul fatto che rappresentanti del governo avessero accettato di parlare in un luogo che aveva visto la partecipazione di gruppi neonazisti, band incitanti a massacri etnici e fascisti ed ex terroristi appartenenti agli ambienti dell’eversione e dello stragismo nero.
Attualmente la on. Ascari ha annunciato, sulla nostra pagina, di aver rifiutato la partecipazione all’evento. Nonostante ciò il covo di Via Nicolò Biondo non ha né cancellato né corretto le informazioni date sui suoi social fino ad oggi [5/09/18].

Continue reading “L’antifascismo non è una scusa – su M5S, fascismo e lotta di classe”

I partiti di Governo in una sede neofascista

L’estate sta finendo, e nelle mattine uggiose della nostra città si inizia a sentire l’umido della guazza notturna e l’odore di campagna dell’autunno padano, amato dai modenesi e dalle modenesi con l’affetto che si riserva agli odori dell’infanzia. Quello che invece amato non è per nulla è il cattivo odore che proviene dalla sede nazifascista di Via Nicolò Biondo 297. Con la fine dell’estate ricomincia infatti ad uscire dalle fogne la puzza di ratto da quelle quattro mura, con le iniziative organizzate dal sedicente “circolo culturale” neofascista cittadino Terra dei Padri. A questo fetore è impossibile abituarsi, ma questa volta ci colpisce particolarmente perchè provvisto di una nauseabonda nota in più, dissonante rispetto alla puzza a cui siamo nostro malgrado abituati: questa volta gli ospiti non saranno più i nazisti del Veneto Fronte Skinhead o di Lealtà Azione, non più band nazirock come i Legittima Offesa o gli Acciaio Vincente, non più dirigenti dell’estrema destra più aggressiva o “intellettuali” che si rifanno alle tesi del fascismo o del nazionalsocialismo europeo, ma ben più “puliti” esponenti locali dei due principali partiti di governo.


Continue reading “I partiti di Governo in una sede neofascista”

Antifa Roma Fest – COMBATTI LA PAURA DISTRUGGI IL FASCISMO

Parteciperemo con grande piacere al festival antifascista che si terrà a metà ottobre al Forte Prenestino, a Roma.
In tempi di resistenza è fondamentale allargare i propri orizzonti, stringere contatti e organizzarsi sovralocalmente: per questo invitiamo tutti e tutte a esserci, a incontrarsi, a confrontarsi e organizzarsi!
_____________________________________________________


ANTIFA ROMA FEST
13 e 14 Ottobre 2018 – Forte Prenestino – Roma

Che il fascismo sia un fenomeno che caratterizza l’epoca contemporanea e che stia assumendo una portata sempre più globale dagli Stati Uniti alla Grecia, dalla Svezia alla Francia, sembra ormai un’evidenza. Questo fenomeno, però, sembra caratterizzarsi per una complessità che non sempre è di facile ed immediata comprensione. Il fascismo sembra assumere, oggi, una molteplicità di forme e sfumature differenti da quelle che ha assunto in passato. È un fascismo diffuso nei pensieri e nei comportamenti, è nelle strade e nei parlamenti, è un sentire comune, insomma è un fenomeno perfettamente integrato nella democrazia contemporanea.

Continue reading “Antifa Roma Fest – COMBATTI LA PAURA DISTRUGGI IL FASCISMO”

Combatti la paura – Distruggi il fascismo

Noi crediamo che la storia non sia fatta dalle maggioranze silenziose e passive, ma dalle minoranze organizzate e attive. Una storia che si evolve non per inevitabile progressione, ma per strappi, accelerazioni, regressioni e rotture.
Parafrasando, il cambiamento non è costruito dall’esercito di frustrati che affollano e si dimenano sulla bacheca facebook di Salvini, ma da chi, pur in una situazione di minoranza, scende in strada per lottare contro la miseria e la barbarie dell’esistente, per la giustizia sociale e il riscatto collettivo. Per il giusto e il vero. Da chi fa parte di quel piccolo popolo partigiano che si rifiuta di accettare la guerra tra poveri, ma che vuole combattere chi ce la vuole imporre, chi l’aizza, chi ne è mercenario.

Continue reading “Combatti la paura – Distruggi il fascismo”